DI LAURA TORTORA

Il direttore creativo della maison si racconta svelando tutti i dettagli sul divertente corto interpretato da Catherine Deneuve e Nadia Tereszkiewicz e dedicato alla linea Très Vivier.

Era il 1967 quando Catherine Deneuve, nella celebre pellicola Belle de Jour, le indossò con un coat doppiopetto, cappellino e occhiali da diva. Oggi le iconiche décolleté Très Vivier tornano con un nuovo design che celebra l’originale, grazie a Gherardo Felloni, direttore creativo di Roger Vivier dallo scorso marzo. Il lancio arriva in occasione delle festività con un progetto davvero specialeCatherine Deneuve in persona è infatti tra le protagoniste di un fashion film dedicato alla linea. L’attrice e icona di stile veste i panni di una madre esigente, che assiste all’eccentrica esibizione delle sue figlie, due gemelle capricciose interpretate magnificamente dalla bella Nadia Tereszkiewicz. La performance – tutta fatta di miagolii, visto che l’opera scelta è “Duetto buffo di due gatti” di Gioachino Rossini – si trasforma presto in lite, quando le due ragazze notano che la madre ha con sé una sola scatola di calzature Très Vivier. La divertentissima pellicola, che vanta la regia di Michael Haussman, si conclude con un lieto di fine quando Catherine Deneuve mostra loro una seconda scatola.

“Quando Gherardo mi ha illustrato il progetto e la trama ironica, sono rimasta subito affascinata. Interpretare un ruolo seguendo il tempo di un brano musicale è qualcosa che non avevo ancora fatto”, ha commentato Catherine Deneuve. E, a gran sorpresa, nel sofisticato salotto parigino dove è ambientata la performance, c’è anche Gherardo Felloni, seduto al pianoforte. Lo abbiamo intervistato per scoprire qualcosa in più su di lui e sul progetto.

Da dove parte la tua ispirazione?
Sono una persona eclettica, le mie ispirazioni possono essere diverse: vanno dalla musica all’interior design. Quando ero più giovane volevo fare l’architettoIl cinema, in particolare, è essenziale per me per definire le immagini delle donne che ho in mente: quando ho ridisegnato la scarpa iconica di Roger Vivier, quella del film Belle de Jour indossata da Catherine Deneuve nel 1967, il modo in cui Mademoiselle Deneuve si muoveva, il suo atteggiamento, la sua silhouette borghese, tutto ciò mi ha colpito. Ho creato così il nuovo design della scarpa Très Vivier, tornando all’originale, con un tocco un po’ rétro, ma in stile contemporaneo; puoi sentire l’ispirazione dell’eleganza di Catherine Deneuve durante il film”.

Raccontaci di più della tua donna, che hai definito un ‘fiore in un giardino’. Com’è la donna Roger Vivier by Gherardo Felloni?
“Non ho un solo tipo di donna, sono al servizio di tutte le donne, di epoche e stili diversi. Mi piace l’idea che donne molto diverse possano indossare le mie creazioni, perché credo che questo sia il goal principale per un designer che adora le donne”.

Hai un’icona di stile?
“Sono totalmente onesto quando dico che è stato un sogno incontrare finalmente Catherine Deneuve alla nostra presentazione SS19 a Parigi, e avere, successivamente, la possibilità di fare questo film con lei”.